Cosa dicono dei corsi

 

Cosa dicono dei corsi

Il corso di Sara è stato una scossa, una sveglia dal torpore fotografico io cui vivevo. E la cosa tragica è che pensavo di essere bravo. Preparazione, progettualità, autorialità: tutte cose che Sara mi ha insegnato e tutt'oggi continua ad insegnarmi, sempre disponibile. I suoi esercizi stimolano la creatività nascosta in ciascuno di noi (persino in me!) e ti aiutano a guardare oltre la fotografia nell'unica direzione che conta: dentro te stesso. Marco Brioni, Mantova

Fare un corso con Sara Munari significa disfarsi delle proprie certezze e circondarsi di domande costruttive! Stefano Pia, Mogoro

I corsi di Sara Munari io li definirei “essenziali”. Nel senso che, senza troppe metafore e senza troppi panegirici,
si va dritti al sodo e cioè l’analisi della fotografia dalla composizione, all'autorialità e a tutto quello che
concerne il portfolio, dall’idea alla creazione tutto in maniera semplice, diretta e precisa.
Oggi, a circa un anno dal corso fatto con lei, e dopo numerosi workshop di altri autori a cui ho partecipato,
ci sono dei passaggi e degli insegnamenti di Sara che ricordo di più su tutti e che utilizzo sempre nella mia produzione personale. Fosse per me farei tutti quelli che fa anche in giro per il mondo! Teodoro Iaia, Brindisi

Grazie all'onesta di Sara Munari e al suo corso di reportage non ho solo imparato come si fa una foto di reportage, ho anche capito cosa era una buona foto e un buon reportage. Ho capito quale era la differenza tra un fotografo amatore e uno professionale. Secondo me, dopo un corso con lei, capisci se la fotografia è  fatta per te oppure no! Nora Kabli, Milano

"Ho conosciuto Sara durante il corso presso l'istituto italiano di fotogarafia dove insegnava comunicazione visiva, da allora ho fatto tutti i corsi che lei ha tenuto a Civate presso il suo laboratorio. La ritengo una delle migliori fotografe che abbiamo in italia e una delle miglori studiose di storia della fotografia.
Da lei ho imparato la capacità di guardare e la voglia di mettermi in discussione,ma la cosa più bella di Sara è che non è una professionista arrivata ( anche se già molto brava) ma è in piena evoluzione, alla ricerca di nuove esperienze visive e fotografiche.Per quanto mi riguarda è eccezionale!!!"
Salvatore Audino, Brescia

Sono quello che si definisce una "aficionada" dei corsi e workshop di Sara. 
Ho iniziato con il corso base nel 2011 e pian piano, uno dopo l'altro, ho seguito tutti i suoi corsi e workshop in Italia e all'Estero. 
L'amore per la fotografia è sbocciato grazie a lei e a lei devo tutto ciò che ho imparato. 
Non ho trovato altrove la passione e l'impegno profusi da Sara nell'insegnamento e la volontà sincera di trasmettere le sue conoscenze a chi ha davvero voglia di crescere e imparare. 
Quindi scegliete pure il corso o il workshop che più si adatta alle vostre esigenze o capacità. Ve li consiglio tutti! Anna Brenna, Costamasnaga

Quando sono arrivata la prima volta ad una lezione di Sara avevo una visione diversa della fotografia. Per me era un insieme di regole, quasi di dogmi , in cui una cosa si fa ed un'altra non si fa. La cosa più importante che ho capito in questi mesi è proprio inerente a queste regole, che si esistono e vanno sapute e rispettate , ma sopratutto usate o anche , mi si passi il termine , piegate alla nostra volontà di scrivere con la luce , quello che noi vogliamo scrivere. Personalmente il mio cammino è in divenire ed amo sperimentare, solo che adesso ho più chiaro perché lo faccio. Sono passata dall'istinto di fare una cosa in un certo modo , alla comprensione del perché la faccio in un certo modo. Per il resto ai posteri l'ardua sentenza di decidere se ho capito male o bene. Posso aggiungere che secondo me una persona che sceglie la via del l'insegnamento deve prima di tutto insegnare e sopratutto umanamente insegnare. Questo è un pregio di Sara. Yvonne Vionnet, Lecco

"Ho frequentato 2 anni fa il corso di reportage, con l'intento di rafforzare il modo di raccontare "fotogiornalisticamente". Quello che mi ha insegnato, è il modo di vedere diversamente quanto volevo raccontare e questo ha arricchito e rafforzato il mio modo di fare e leggere fotografie.....e molto altro". Angelo Andreoni, Treviglio

Seguivo il blog di Sara da un po di tempo e alla fine ho deciso di iscrivermi al corso di storytelling. Il corso mi è servito tantissimo; Sara, attraverso le sue metodologie, è riuscita a fare maturare il mio pensiero fotografico in modo graduale gettando le basi per accrescere le mie competenze. Consiglio il corso a tutti coloro che hanno voglia di cambiare "visone" e di cimentarsi in un cammino di ricerca fotografica, ma anche a coloro che vogliono accostarsi e comprendere le metodologie dello storytelling. Se dovessi esprimere un giudizio, darei 5 stelle su 5. Francesco Fiorello  

Ho partecipato a due ws con Sara a dir poco entusiasmanti e … destabilizzanti (in senso positivo).
Mi aspettavo infatti di ascoltare pensieri nuovi, “freschi” e che dessero input anche diversi dal solito modo di fotografare ed editare, sperimentando. Ho trovato tutto puntualmente!
Sicuramente la consiglio e come diceva la pubblicità: “provare per credere”. Alberto Vincenzi
Monzambano (MN)

Ho intrapreso il corso di storytelling con l'idea di completare le mie conoscenze fotografiche che credevo avessero un certo spessore e valore. Mi sbagliavo. Le certezze sulla mia qualità fotografica si sono frantumate di fronte alla capacità di Sara di metterti di fronte a cosa DAVVERO significhi fare fotografia.  Fare fotografia è tutt'altro che produrre immagini, cosa che è quello che fa la maggior parte dei "Photographers" da social che con macchine da migliaia di euro fotografa il gatto e il tramonto a Castelluccio di Norcia. Fare fotografia, potersi definire fotografo, è una cosa seria ed assai più complicata di quanto la stragrande maggioranza della gente pensi...e questo l'ho imparato bene, sulla mia pelle. Nei sei mesi del workshop, supportato dalla passione e dall'incrollabile certezza che davvero fare fotografia fosse per me importante, ho dovuto smontare quello che ero (uno dei photographers di cui sopra) per cercare di diventare quello che volevo essere: un fotografo! Non so se alla fine io ci sia riuscito o meno, probabilmente no, però so che ho prodotto con l'aiuto di Sara un lavoro del quale sono fiero, frutto di studio e ricerca, e per la prima volta in vita mia ho FOTOGRAFATO. Davide Bordogna, Como

Scrivendo versi sono portata spesso a essere sintetica dunque scriverò un giudizio haiku sul corso ma perlopiù su di te. Corso di storytelling
Ciò che caratterizza ogni gesto e parola di Sara Munari mentre ti fa esplorare un percorso-corso è un profondo senso di onestà verso la fotografia e il senso di appartenenza ad essa. La sintesi dove serve e ampie divagazioni dove sono appropriate. Porti via entusiasmo che sommato al tuo magnifica di nuova bellezza  questo meraviglioso mondo. Maria Luisa Lamanna Milano

Sei anni fa ho iniziato a seguire Sara e ... sono in partenza per il prossimo Workshop!
Passioni condivise, pianti, tante risate, il tutto condito da tanto lavoro e una grande professionalità. La sensibilità di Sara di leggere nelle persone ti obbliga a confrontarti con te stesso e a rimettere in discussione il lavoro che stai potando avanti. Ilaria Pretto, Vicenza

In sintesi partecipare ad un corso con Sara vuol dire capire se stessi. (fotograficamente parlando). In generale si entra in crisi e si pensa che, come dice lei, occorrerà smettere di fotografare per qualche mesetto almeno.
La sua veemenza verbale e la sua energia ti coinvolgono e sono misti ad una competenza schietta e diretta che ti fa arrivare al "punctum" senza tanti giri di parole. Sei brava Sara e se possibile farò altre esperienze con te, perchè ti dai senza riserve e sei onesta intellettualmente con i discenti. ciao e grazie. Enrico La Bianca -Piazza Armerina

Dopo il corso di storytelling con Sara guardo ancora con più attenzione al messaggio veicolato dalle mie foto, mi metto più nei panni dell'osservatore, do più importanza alla semplicità e chiarezza del messaggio, al significato di quello che si vuole esprimere, sto assimilando cosa significa lavorare con una vera progettualità di contenuto ma sempre mantenendo l'attenzione alla forma, composizione, evocatività delle immagini. Un corso che dà spunti di approfondimento e fa venire, o aumentare, la voglia di imparare a parlare con le proprie foto.
Ilaria, Pavia

Conoscere Sara è un’esperienza che difficilmente dimenticherai,la sua semplicità, la sua forza, e la sua magnanimità la rende una persona eccezionale.Ogni sua parola è uno stimolo a fare meglio e vedere le cose da un altro punto di vista. Felicissimo di aver partecipato ai suoi corsi
Giuseppe Cucchiara (Barrafranca –Enna)

  • Iscrizione
    Per iscriversi ai corsi è necessario compilare una scheda di partecipazione. La prenotazione sarà considerata effettiva solo al ricevimento del saldo e la scheda compilata. Le prenotazioni devono avvenire entro i sette giorni precedenti all'inizio del corso. Se pagate tramite bonifico bancario inviare a corsi@musafotografia.it il numero della transazione. In caso di mancato raggiungimento del numero minimo di iscritti, verrà restituita l'intera somma versata.
    Per ulteriori informazioni

 

 

 

Chi collabora con Mu.Sa.

 

 

Perche' seguire un corso da Mu.Sa.? Cosa dicono dei corsi? Leggi qui

 

Dove siamo Stiamo ristrutturando un bellissimo spazio a Monza, a causa di un ritardo nei lavori i corsi si terranno a MILANO, Via Rovereto, 6. -METROPOLITANA ROVERETO Zona nord di Milano

Dal Blog Musa.

 

sei un fotografo?
diventa autore musa

Partecipa alle selezioni. Istruzioni a

questo link

iscriviti alla newletter

Voui avere informazioni sul mondo della Fotografia? Iscriviti alla newsletter per tutte le notizie su Premi, Festival, Autori, Mostre e altro...

 
contatti web

 
Partner e sponsor
Gente di fotografia
Eyesopen
Emuse
Myphotoportal

 

Lessi
Assinphoto
Fotofabbrica
tre60
Bifoto